Nuovi bus in Emilia Romagna: 94 milioni per rinnovare il parco autobus regionale

A Parma in arrivo un finanziamento di 2,7 milioni di euro, cui si aggiungeranno altri 9,7 milioni stanziati da Tep

Buone notizie per il trasporto pubblico regionale: è in arrivo un piano di investimenti per 94 milioni complessivi destinati al rinnovo delle flotte di autobus in Emilia Romagna. La notizia è stata comunicata ieri mattina nel corso di una conferenza stampa convocata a Bologna dall’assessore regionale alle infrastrutture e Trasporti Raffaele Donini, insieme al presidente di Tep Antonio Rizzi e ai presidenti e direttori delle altre aziende di trasporto pubblico del territorio Seta, Tper e Start. Le risorse provengono al 50% dalla Regione Emilia Romagna tramite fondi ministeriali e stanziamenti europei POR FESR, mentre i rimanenti 47 milioni saranno investiti direttamente da Tep e dalle aziende di trasporto pubblico della regione. In termini pratici, si tratta di 350 nuovi bus che da qui al 2020 andranno a sostituire altrettanti mezzi più vecchi ed inquinanti Euro 0 ed Euro 1.

Per ottimizzare il valore dell’investimento, l’acquisto dei primi 191 autobus che entreranno in servizio entro il 2018 avverrà tramite una gara bandita in modo congiunto dalle 4 aziende regionali con capofila Tper. Le offerte da parte delle aziende produttrici di autobus dovranno pervenire entro la fine di maggio, con assegnazione della fornitura nel corso dell’estate.

 

A Parma, l’operazione si tradurrà con l’eliminazione degli ultimi bus Euro 0 ed Euro 1. Tep, in realtà, possiede solo 17 vetture residue di questo tipo (2 bus Euro 0 e 15 Euro 1, usati ormai solo per corse bis e su tratte limitate) su una flotta complessiva di 322 mezzi. Di conseguenza lo stanziamento regionale e aziendale potrà essere sfruttato per eliminare anche parte degli Euro 2, per un totale di 26 nuovi autobus. Il contributo regionale per Tep ammonterà a € 2.720.000, cui l’azienda ne aggiungerà altri € 9.745.000 di tasca propria (€ 2.835.000 per coprire il 50% dell’investimento congiunto con la Regione, più altri € 6.910.000 per integrare l’acquisto di nuovi bus in autofinanziamento).

L’età media del parco autobus di Tep è di 11,98 anni, la più “giovane” di tutta la Regione. “Questi fondi – sottolinea il presidente di Tep Antonio Rizzi – ci danno l’opportunità di riattivare processo di rinnovamento della nostra flotta per offrire un servizio più moderno e confortevole a chi usa il trasporto pubblico e un’aria più pulita a tutti i cittadini di Parma. Ringrazio la Regione per l’intervento compiuto, determinante per far arrivare questi fondi in Emilia e a Parma, così come le altre aziende di trasporto pubblico con le quali abbiamo lavorato in sinergia e a stretto contatto per diversi mesi perché questa difficile gara congiunta fosse possibile.”.

 

AZIENDA

CITTA'

ETA' MEDIA PARCO AUTOBUS

TEP

PARMA

11,98

TPER

BOLOGNA E FERRARA

13,3

SETA

PIACENZA, REGGIO E MODENA

12,5

START

FORLI'-CESENA, RAVENNA E RIMINI

12,68

l