CONGUAGLIO A FINE ANNO SCOLASTICO PER LE TARIFFE DEL SERVIZIO HAPPY BUS

La procedura da seguire per l'inoltro di richieste di rimborso per le quote non usufruite e già pagate del servizio Happy Bus sarà comunicata nei prossimi giorni agli utenti interessati.

Il Comune di Parma e TEP desiderano tranquillizzare i genitori dei bambini iscritti al trasporto scolastico Happy Bus circa gli addebiti delle rate del servizio che gli istituti bancari hanno inviato nelle scorse settimane.

Il cadenzamento delle rate era già fissato a inizio anno, motivo per cui i genitori stanno verificando in questi giorni l'applicazione della rata di marzo. TEP ha provveduto a bloccare gli addebiti di aprile e maggio in attesa che siano definiti gli assetti della restante parte dell'anno scolastico. 

A maggio, l'azienda procederà al conguaglio della quota relativa ai servizi non fruiti e, in caso di ripresa dell'anno scolastico, le somme già versate andranno a copertura delle quote relative ai trasporti della parte finale dell'anno, senza alcun esborso ulteriore da parte delle famiglie. Se l'anno scolastico non dovesse riprendere, eventuali eccedenze pagate saranno rimborsate.