Da lunedì 4 maggio al via la fase due per i trasporti pubblici

Sta per partire anche per i trasporti pubblici la fase due dell'emergenza Covid - 19.

A seguito del nuovo decreto emanato dal Presidente del Consiglio, TEP è stata impegnata in questi giorni su tavoli di confronto nazionali, regionali e locali per determinare l'impatto delle nuove misure e per calibrare gli interventi che consentiranno di garantire i trasporti dei lavoratori in questa prima ripartenza del sistema economico.

Dalle verifiche compiute con gli enti del territorio emerge che il sistema produttivo locale, legato in larghissima parte al settore alimentare, è rimasto sempre attivo nelle ultime settimane. Per il comparto impiegatizio, inoltre, molte aziende continueranno a mantenere l'attività lavorativa in smart working ancora per qualche tempo. Di conseguenza è prevedibile che da lunedì 4 maggio non ci sarà un aumento dei passeggeri del trasporto pubblico tale da richiedere uno stravolgimento dell'assetto attuale del servizio. Sono comunque previsti diversi potenziamenti, specie sulle tratte suburbane ed extraurbane a maggiore percorrenza e in orario di punta, per garantire il distanziamento sociale tra i passeggeri. La capienza degli autobus sarà di fatto ridotta a circa il 25% rispetto a quella effettiva. I posti a sedere non utilizzabili saranno contrassegnati da cartelli che invitano a mantenere le distanze dagli altri viaggiatori. Nel contempo viene istituito un sistema di controllo in tempo reale con cui rilevare occasionali richieste di servizio eccedenti rispetto all'offerta, da gestire rapidamente con l'attivazione di nuove corse di supporto. Perché il sistema funzioni chiaramente sarà indispensabile l'adozione di comportamenti attenti e responsabili anche da parte dei passeggeri. Qualora l'autobus atteso fosse già popolato al punto da non permettere una distanza sufficiente dagli altri trasportati, dovranno evitare di salire e attendere la successiva corsa di rinforzo o di linea in arrivo entro breve tempo.

A bordo e alle fermate saranno comunque diffuse le informazioni necessarie perché i viaggiatori siano a conoscenza dei comportamenti da osservare per viaggiare in sicurezza. Sarà indispensabile evitare di utilizzare i bus qualora si avvertano sintomi influenzali - come febbre, tosse o raffreddore - e mantenere le distanze dalle altre persone anche durante lo stazionamento alla fermata. Si potrà salire a bordo esclusivamente con mascherina e guanti già indossati. La ventilazione interna dell'abitacolo avverrà prevalentemente tramite le botole di aerazione presenti sul tetto e dei finestrini laterali, benché non vi sia alcuna limitazione anti-Covid in vigore che precluda l'uso dell'aria condizionata. Sono stati comunque intensificati gli interventi di pulizia e sanificazione dei filtri.

I flussi di entrata e di uscita dal bus saranno separati. Nei bus con 3 porte, quella posteriore sarà adibita alla salita e quella centrale esclusivamente alla discesa. Sui mezzi extraurbani e sui bus corti - ad esempio quelli che servono la linea urbana n. 15 - sarà disponibile una sola porta di entrata e uscita. Pertanto chi sale dovrà restare un passo indietro e attendere la discesa dei passeggeri prima accedere al bus. Sugli autobus autoarticolati sarà necessario consultare la segnaletica apposta sulle porte, presente peraltro su tutte le vetture. La porta anteriore accanto all'autista sarà inibita all'uso, come già accade oggi, e la vendita dei biglietti a bordo rimane sospesa. Per acquistare i titoli di viaggio è consigliato l'uso delle app SmarTicket (per iOS e Android) e Muver (per Android) o le emettitrici automatiche che saranno sanificate più volte al giorno. Allo stesso modo, è opportuno utilizzare la ricarica da remoto (dal sito www.tep.pr.it o da bancomat UniCredit e Intesa Sanpaolo) anche per gli abbonamenti. In caso di necessità, tuttavia è possibile ricaricare anche in tabaccheria, presso la biglietteria TEP di Barriera Bixio, che è  sempre rimasta aperta, o di via Garibaldi che riapre dalla prossima settimana. Nei punti vendita TEP potrà entrare una sola persona alla volta e nei locali saranno disponibili dispenser di gel idroalcolico per la disinfezione delle mani.

La collaborazione consapevole e responsabile dei passeggeri e l'adozione dei comportamenti descritti sarà fondamentale per preservare gli effetti delle operazioni di sanificazione e igienizzazione quotidiana dei mezzi.

Al di là dell'orizzonte temporale di breve periodo, TEP sta già lavorando con gli enti locali per la riorganizzazione del servizio in vista della riapertura delle scuole di settembre. Il ritorno sui banchi di tanti studenti renderà necessario ideare soluzioni nuove e diverse rispetto al passato per l'erogazione dei servizi di trasporto, così da garantire a tutti l'accesso all'istruzione.

Allegati