Sanzioni

per chi viaggia senza titolo di viaggio

Il passeggero deve presentare il proprio documento di viaggio ad ogni richiesta di controllo. Se ne è sprovvisto o in caso di biglietto non valido, dovrà pagare, oltre alla tariffa evasa (biglietto ordinario), una sanzione. 

  • Euro 65,00 se conciliata con l’agente accertatore o pagata entro i 5 giorni successivi alla data della contestazione, senza opposizione;
  • Euro 87,00 se pagata dal 6° al 60° giorno dalla data della contestazione;
  • Euro 260,00 se pagata oltre il 60° giorno dalla data della contestazione;
  • Euro 6,00 per i titolari di abbonamento nominativo (personale) che non siano stati momentaneamente in grado di esibirlo all’agente accertatore, ma che lo presentino, entro i 5 giorni successivi alla data della contestazione e che al momento della contestazione abbiano presentato un documento d’identità agli uffici TEP P.le Barbieri 1 e P.le Paer– Parma, purché tale abbonamento risulti regolarizzato prima dell’accertamento della violazione (cfr. Legge Regionale Emilia  - Romagna n. 30/98 Art. 40 e s.m.i.).

Dal 1° ottobre 2018, in base a quanto disposto dall’art. 40 della L.R.E.R. 30/1998 e s.m.i., sono in vigore le nuove sanzioni amministrative per i passeggeri con abbonamento non convalidato o con biglietto non validato al cambio autobus:

  • Euro 3,00 se pagata nelle mani dell’agente accertatore all’atto della contestazione e per i soli minorenni, da parte del genitore o di chi esercita la potestà genitoriale entro tre giorni naturali consecutivi, (festivi esclusi) dalla sanzione/preavviso rilasciata a bordo, se il passeggero ha presentato un documento d’identità al momento del controllo;
  • Euro 6,00 se pagata entro il 5° giorno dalla contestazione (festivi esclusi);
  • Euro 12,00 se pagata dal 6° al 60° giorno (festivi esclusi);
  • Euro 36,00 se pagata dopo il 60° giorno dalla contestazione.

I valori indicati saranno soggetti a periodici aggiornamenti in base alle disposizioni legislative ed aziendali.

Modalità di pagamento delle sanzioni: 

  1. in contanti, dal lunedì al venerdì presso gli uffici TEP di Parma in piazzale Barbieri 1/a, via Garibaldi 18 (p.le Paer) e piazzale Dalla Chiesa (c/o Cicletteria);
  2.  tramite c/c postale n. 35660547 intestato a TEP spa - via Taro 12 - 43125 Parma, indicando nello spazio riservato alla causale il numero del presente verbale.

IL CONTROLLO A BORDO BUS

Le operazioni di controllo a bordo sono effettuate dai "verificatori", personale Tep specializzato che svolge questa mansione insieme a quelle di "ausiliario del traffico" per il controllo della sosta abusiva su fermate e corsie del bus. Da marzo 2016 al personale Tep si sono aggiunti i controllori esterni in borghese. Nell'esercizio delle sue funzioni, il verificatore è un pubblico ufficiale, cui, dietro richiesta, il viaggiatore è tenuto per legge a fornire le proprie generalità. Fornire false generalità al momento del controllo costituisce reato penale.

Scarica il modulo per la presentazione di scritto difensivo rispetto alle sanzioni amministrative

BODYCAM E RILIEVI FOTOGRAFICI

A tutela della sicurezza delle persone e del patrimonio aziendale e per finalità di contrasto all’evasione tariffaria, i Verificatori Titoli di Viaggio, nell’espletamento delle loro funzioni, sono abilitati ad effettuare riprese mediante dispositivi della tipologia “Bodycam” in dotazione. Tutti gli impianti risultano già dovutamente segnalati ai sensi dell’art. 13 del D.lgs. 196/2003 nonché art. 13- 14 - GDPR2016/679. TEP S.p.A. informa inoltre che i Verificatori Titoli di Viaggio, nell’espletamento delle loro funzioni, sono abilitati ad effettuare rilievi fotografici di coloro che, sforniti di regolare titolo di viaggio, rifiutino di fornire le proprie generalità ovvero declinino generalità non accompagnate da valido documento di identità.

L'informativa completa è disponibile su questo sito.